Attento a chi affidi la moto

Le aziende segnalate in questa guida sono tutte regolari e degne di nota. Girando su Internet puoi trovare però moltissime soluzioni che riguardano il trasporto moto. Alcune regolari, altre diciamo…. meno.

Prima di affidargli la tua moto per la spedizione, verifica che sia un’azienda regolare!
Primo per evitare la multa ed il sequestro della moto, come spieghiamo su cosa evitare ma soprattutto per non lasciare che la tua moto vada in mani sbagliate.

In questi anni, molti clienti (malcapitati!!!) ci hanno raccontato precedenti esperienze negative, imbattendosi in aziende che dichiarano false P.IVA (quindi “non aziende”) o aziende che non hanno l’iscrizione all’Albo Autotrasportatori Cose Conto Terzi (quindi ABUSIVE).
Di seguito ti spieghiamo passo passo, come fare verificare che l’azienda a cui affidi la tua moto per il trasporto sia regolare:

  1. Verifica se la P.IVA dichiarata esiste veramente. Come?

Agenzia delle Entrate

Seleziona nel menu a tendina lo stato IT-Italia

Poi inserisci in basso la P.IVA da verificare,

Se la P.IVA esiste, vi comparirà la dicitura:
CODICE IVA VALIDO e potete verificare anche l’indirizzo della società.

2. Verifica che abbia l’iscrizione all’Albo Autotrasportatori cose conto terzi. Come?

Albo Autotrasporto

Clicca su RICERCA AVANZATA direttamente (senza inserire nulla)

poi inserisci nell’apposito campo la P.IVA.

Se esiste, vi comparirà la stringa dell’azienda di riferimento, cliccate su SELECT

Da questa schermata potete verificare la capacità finanziaria ed il n° di veicoli.

DIFFIDATE DA CHI NON RISPETTA QUESTI REQUISITI E DA CHI NON FORNISCE QUESTI DATI!